Skip navigation


More about Il metro del mondo Uno dei frutti probabilmente meno conosciuti della Rivoluzione Francese e’ l’unificazione dei Pesi e delle Misure, con l’introduzione del metro e del chilo e con la contemporanea adozione del sistema decimale.

Sulla fine del 700 infatti in Francia ci sono circa 2000 tra unita’ di peso e di misura. I Cahier de doleance non fanno altro che riportare le lamentele per una situazione che di fatto avvantaggia la nobilta’, che ha l’appalto della gestione dei pesi e delle misure, a scapito di contadini e commercianti, cioe’  il terzo stato.
La Rivoluzione  opta per una soluzione drastica e universale.

Invece di rapportare tutte le misure a una gia’ esistente, se ne crea una nuova legata alla natura, che possa essere riprodotta dovunque e che possa essere adottata da tutti i popoli della terra.

I candidati a “misurare” il metro sono la lunghezza del pendolo e l’arco di meridiano terrestre.

Dopo un lungo dibattito cui partecipano i migliori scienziati francesi come Lavoisier, Joseph-Louis Lagrange, LegendreLaplace, Carnot, Jérôme LalandeCassini IV, Dalambre, Méchain, e dietro la spinta di politici come Talleyrand, si decide di misurare il metro basandosi sul  meridiano terrestre:  il metro sara’ la decimillionesima parte del quarto di meridiano terrestre.

Si procede quindi sia alla sua misura, non contenti di quelle fatte in passato, con una impresa scientifica rimarchevole sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista pratico, sia alla sua diffusione sul territorio nazionale.

Il tutto durante la Rivoluzione, il Terrore e l’eta’ Napoleonica.

Raramente mi sono imbattuto in una vicenda in cui scienza, politica e diplomazia convivessero piu’ strettamente, con risvolti romanzeschi, tragici, grotteschi.

E’ un testo questo che, a mio parere, spiega meravigliosamente a cosa servono le scienze: sono un meraviglioso strumento di uguaglianza e progresso per gli uomini.

Del Guedj ricordavo un non esaltante “Teorema del Pappagallo”, ma questo testo lo riscatta ampiamente

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: